Martedì 12 Dicembre 2017
Diritti
Spettacolo. Riapre a Velletri il teatro Artemisio PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Domenica 04 Novembre 2012 07:44

 

Dopo venticinque lunghissimi anni torna l’Artemisio. Verrà intitolato a Gian Maria Volontè.

Leggi tutto...
 
Acciaio. A Venezia storie di fabbrica e di lavoro PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Martedì 04 Settembre 2012 09:04

Nei mesi estivi le vicende dell’Ilva di Taranto e delle miniere del Sulcis hanno tenuto desta l’attenzione dell’opinione pubblica sui temi del lavoro. Altre storie operaie a cui la crisi ci sta abituando, storie come quella di Acciaio, il film di Stefano Mordini, che ha portato al patinato Festival del Cinema di Venezia le problematiche del lavoro.

Leggi tutto...
 
SPECIALE LIBRI - Mal d'Africa PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Giovedì 02 Agosto 2012 10:23

Un libro fotografico edito da Compagnia delle Lettere, che raccoglie gli scatti di José Carlos Alexandre e vanta la pefazione di Giobbe Covatta e la postfazione di Gilberto Gil.

Leggi tutto...
 
SPECIALE LIBRI - Napoli barrio latino PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Lunedì 06 Agosto 2012 00:00

Napoli come teatro di un fenomeno migratorio nuovo, un'inversione dei flussi che vede arrivare nella città campana migranti dal Sud Amercia, da quei Paesi in cui migliaia di italiani, soprattutto meridionali, andarono a cercar fortuna nei decenni passati.

Leggi tutto...
 
SPECIALE LIBRI - Come il primo bene PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Lunedì 06 Agosto 2012 00:00

Una prova convincente quella di Piera Ventre, alla sua seconda pubblicazione dopo i racconti di Alisei. “Come il primo bene”, pubblicato da Erasmo Edizioni, è un romanzo dalla struttura complessa, che si articola intorno all’”altrove”, come cifra esistenziale di tutte le voci che lo attraversano.

Leggi tutto...
 
SPECIALE LIBRI - Non chiamarmi zingaro PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Mercoledì 08 Agosto 2012 08:02

 

Campioni dell'illegalità, noi italiani. Ma i lavavetri no, per loro scatta la tolleranza zero. Tutti a correre come pazzi sull'autostrada, ma se un rom ubriaco provoca un incidente ecco che parte l'emergenza zingari, tutti colpevoli.

Leggi tutto...
 
SPECIALE LIBRI - Il morso della Taranta PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Lunedì 06 Agosto 2012 00:00

Una danza rituale che racconta lotte e destini da cogliere nel ritmo di una musica che schiaccia il ragno. Il libro di Carlo Petrone, 'Il morso della Taranta a Taranto e dintorni', edizioni Giuseppe Laterza (pp. 426, euro 25, con in allegato un Cd del Complesso di musica popolare 'I Febi Armonici'), e' un viaggio nella storia e nel mistero.

Leggi tutto...
 
Cinecittà brucia. Intanto continuano le proteste dei lavoratori contro la chiusura degli Studios PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Giovedì 19 Luglio 2012 09:32

Il famoso Teatro5 di Cinecittà, ribattezzato anche Teatro Fellini per le moltissime volte che accolse il grande regista, nella notte è andato bruciato. Un incendio di vaste proporzioni ha invaso di fumo l’intero quartiere e ha reso del tutto inagibile il teatro di posa più grande d’Europa (3.200 metri quadri), che ha fatto da sfondo a tutte le pellicole di Fellini, da Amarcord a La dolce vita. Dai film d’autore ai programmi Tv d’intrattenimento, negli ultimi anni lo studio ha ospitato numerose produzioni Rai e Mediaste, come Il più grande spettacolo dopo il week-end e Amici (e forse questo già la doveva dire lunga sul destino a cui andava incontro Cinecittà…). Sono ora in corso indagini da parte della Digos e dela polizia del commissariato Romanina per accertare le cause dell’incendio e gli inquirenti non escludono la pista dolosa. Infatti fa riflettere che il rogo sia scoppiato in un momento particolarmente difficile per gli Studi di Cinecittà, che sembrano destinati allo smantellamento.

 

Ormai è in corso un’occupazione permanente dei dipendenti di Cinecittà che protestano contro il piano di dismissione industriale presentato dalla holding capitanata da Luigi Abete. Il piano prevede numerose esternalizzazioni e tagli di posti di lavoro. Ma soprattutto la fine degli Studios che hanno fatto la storia del cinema italiano a favore di un progetto edilizio che trasformerebbe Cinecittà in un centro d’intrattenimento, con alberghi, negozi, centri sportivi e beauty farm. Una danno gravissimo dal punto di vista lavorativo, per i molti licenziamenti ma anche per la perdita di maestranze di qualità che a Cinecittà si formano e lavorano. E un danno per la nostra industria cinematografica, che dopo i fasti dei grandi film che proprio a Cinecittà sono stati girati, attraversa da anni una grave crisi. L’appello per salvare gli Studios arriva anche dal mondo dello spettacolo e del cinema, con Carlo Verdone che chiama all’impegno i propri colleghi:


“Tutti noi vogliamo che Cinecittà possa riprendere slancio e risanare i conti, ma prima bisogna porsi una domanda. Tutti i cineasti che firmano gli appelli di questi giorni, nomi anche illustri e prestigiosi, poi vanno veramente a girare negli studi sulla Tuscolana? Alla fine siano sempre i soliti a fare lì i nostri film. Io ne ho fatti almeno undici, da "Troppo forte" a "Posti in piedi in Paradiso". Allora io faccio un appello: specialmente i registi italiani si battano con le produzioni per girare a Cinecittà, piuttosto che nei Balcani o in qualche altro Paese dell'Est. Per garantire i livelli occupazionali, soprattutto per rilanciare quelle lavorazioni che a Cinecittà rappresentano una risorsa mondiale”.

 

Valentina Valentini

 

19-07-2012

 
Diaz. Il film su Genova arriva al Parlamento Europeo e alla Camera PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Martedì 15 Maggio 2012 09:10

Oggi, 15 Maggio, il film DIAZ sarà proiettato al Parlamento Europeo a Bruxelles alla presenza del regista Daniele Vicari e del produttore Domenico Procacci. La proiezione è stata organizzata dal Gruppo dei Socialisti e Democratici.

Leggi tutto...
 
Apre oggi il Salone del Libro. Minimum fax presente con i suoi libri e la sua rivista on line PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Giovedì 10 Maggio 2012 10:35

Parte il 25° Salone del Libro a Torino, dal 10 al 14 maggio. Tema conduttore è la “Primavera digitale”, cui è ispirata la campagna di comunicazione 2012: le trasformazioni che il vivere in rete ha indotto nel leggere, scrivere, comunicare e conservare informazioni e culture.

Per la prima volta i Paesi ospiti d'onore sono due: la Romania e la Spagna, che portano a Torino una significativa rappresentanza dei propri autori e della propria cultura.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 161 162 163 Succ. > Fine >>

Pagina 161 di 163