Lunedì 18 Giugno 2018
In Spagna vince Podemos. Attivista per i diritti umani sindaco di Barcellona PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Martedì 26 Maggio 2015 09:49

La Spagna festeggia con in pugni chiusi l’affermazione di Podemos, il partito si sinistra nato dal movimento degli indignados un anno fa e che con le elezioni amministrative ha conquistato Barcellona e probabilmente anche Madrid.

 

Nella città catalana si è affermata Ada Colau, giovane attivista per i diritti umani e pacifista abituata però a combattere in piazza, contro la Guerra del Golfo e poi contro le missioni in Afghanistan, e nell’occupazione delle case contro gli sfratti. A Madrid è stato un testa a testa fra Podemos e Partito Popolare, ma il gioco delle alleanze dovrebbe ora favorire il partito di sinistra con l’appoggio Psoe e di Ciudadanos. In questo caso salirebbe sul seggio di sindaco della capitale Manuela Carmena classe ’44: laureata in Giurisprudenza nel 1965 a Madrid, fu la difensora dei detenuti durante la dittatura franchista e vinse il premio nazionale per i Diritti Umani. Giudice emerito del Tribunale Supremo oggi è in pensione ma continua a seguire progetti sociali.

 

Due donne, due combattenti che con i loro sorrisi lanciano il cambiamento in Spagna, “un cambiamento irreversibile” commenta leader di Podemos, Pablo Iglesias, che annuncia la sfida al PP nelle prossime elezioni politiche con una piattaforma politica che si basa sulla lotta contro i privilegi della classe dirigente e la corruzione, su politiche sociali, diritti, reddito di cittadinanza per far ripartire la Spagna e l’Europa.

 

Valentina Valentini