Martedì 12 Dicembre 2017
Turchia. Secondo stampa, ordine a polizia di allontanare osservatori PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Sabato 31 Ottobre 2015 13:48

I vertici della polizia di Adiyaman, provincia della Turchia sudorientale, hanno ordinato agli agenti che piantoneranno i seggi alle elezioni di domani, di non consentire a un gruppo di monitoraggio del voto di accedervi.

 

Lo scrive il sito del quotidiano Cumhuriyet, che pubblica anche una foto della circolare diramata dal dipartimento di polizia. Il documento, firmato dal vice capo della polizia di Adiyaman, intima agli agenti di mantenere lontani dai seggi gli osservatori del gruppo Oy ve Otesi (Voto e oltre) e di adottare tutte le misure necessarie per garantire l'attuazione di questo ordine.

 

Secondo Cumhuriyet, un ordine analogo è stato dato in altre province della Turchia. Oy ve Otesi è un gruppo di attivisti che alle precedenti elezioni, il 7 giugno, si è contraddistinto per il rigoroso monitoraggio e che per il voto di domani ha mobilitato migliaia di volontari. Me nelle scorse settimane è finito nel mirino di ambienti vicini al governo, che lo hanno accusato di voler organizzare, e non evitare, i brogli.

 

Il portavoce del gruppo, Sercan Celebi, ha denunciato appelli su media filo-governativi per l'arresto dei suoi attivisti, oltre ad accuse di legami con gruppi terroristici.

 

31-10-15