Lunedì 21 Agosto 2017
Turchia. Raid contro Pkk, tensioni nel Paese PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Martedì 03 Novembre 2015 10:58

Dopo le elezioni in Turchia proseguono le tensioni e gli atti di forza del governo Erdogan, riconfermato alla guida del Paese con elezioni che hanno suscitato rabbia e proteste nel Paese.

L’esercito di Ankara ha reso noto che aerei militari turchi hanno colpito obiettivi del Pkk nella Turchia sudorientale e nell'Iraq settentrionale. Secondo l’agenzia Anadolu, oltre 50 caccia turchi - 35 jet F-16 e 18 F-4 - hanno martellato le postazioni del Pkk per sei ore (dalle 23 alle 5 di mattina), centrando "20 obiettivi" . Inoltre è stato attaccato un gruppo tra i 20 e i 25 terroristi in fuga dalla Turchia, che stavano ripiegando verso le loro basi. La questione curda rimane quindi più che mai viva, anche dopo la forte affermazione del partito democratico curdo Hdp, che ha portato 59 deputati in Parlamento.

Continua anche la repressione della stampa con l’ordine, oggi, del tribunale di Istanbul di sequestro della rivista Nokta e l'arresto del direttore e del caporedattore centrale per «istigazione a delinquere» per una copertina con una foto del presidente Recep Tayyip Erdogan e il titolo «Lunedì 2 novembre: l'inizio della guerra civile turca».

 

03-11-2015