Mercoledì 22 Novembre 2017
Iran. Vincono i riformisti del Presidente Rohani PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Domenica 28 Febbraio 2016 10:36

In Iran vincono i riformisti, che secondo i dati di queste ore hanno già conquistato 96 seggi su 290 nel nuovo Parlamento (Majlis), superando il blocco fondamentalista che è a 91 seggi, secondo dati semidefinitivi riportati dal quotidiano Etemad.

 

Buona affermazione degli indipendenti con 25 seggi. Per altri 52 posti parlamentari bisognerà invece andare al ballottaggio in un nuovo turno alla fine di aprile.

 

Ha votato il 60% degli aventi diritto (33 milioni), una percentuale di tutto rispetto e superiore, ad esempio, alle ultime elezioni regionali in Italia.

 

Il Parlamento, finora a maggioranza fondamentalista, sarà rinnovato. Ora lo scenario è decisamente cambiato, come cambierà volto il nuovo Parlamento, ricordiamo che la lista dei riformisti-moderati sostenitori del presidente Rohani ha conquistato tutti e 30 i seggi parlamentari di Teheran.

 

Rohani ha vinto la sua sfida contro i conservatori isolazionisti, che detenevano una strabordante maggioranza nel nono Majlis e che gli hanno messo i bastoni tra le ruote durante tutto il negoziato sull'accordo per la revisione del programma nucleare iraniano e sui nuovi rapporti con l'Occidente.

 

E proprio il presidente iraniano Hassan Rohani ha lodato quella che ha definito ''l'eccezionale e massiccia'' partecipazione alle urne degli elettori della Repubblica islamica, cheieri hanno votato per le parlamentari e per il rinnovo dell'Assemblea degli Esperti.

 

Entro la fine di aprile si terrà il ballottaggio in quelle città dove nessun candidato ha ottenuto il 25 per cento dei voti necessari a essere eletto.

 

28-2-16