Lunedì 23 Luglio 2018
MO. Netanyahu a Bruxelles e domani vertice OCI in Turchia PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Martedì 12 Dicembre 2017 10:42

Ieri si è consumato un altro capitolo della crisi nella crisi israelo palestinese, scatenata o aggravata, questa volta, dalla decisione di Trump su Gerusalemme.

 

Ieri a Bruxelles l'Alto Rappresentante dell'Ue per gli Affari Esteri, Federica Mogherini, ha incontrato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, al quale ha esposto quella che sembra essere la posizione della Ue davanti all’arroganza statunitense e israeliana. "Crediamo che sia nell'interesse di Israele trovare una soluzione sostenibile e complessiva per il conflitto israelo palestinese. Crediamo che l'unica soluzione sostenibile siano due Stati, con Gerusalemme capitale sia dello Stato israeliano che di quello palestinese, lungo i confini del 1967".

 

Intanto c’è attesa per domani ad Istanbul, dove si terrà la riunione dell’Organizzazione della Cooperazione Islamica, alla quale parteciperanno tra gli altri il presidente venezuelano Nicolas Maduro e il presidente iraniano Rohani.

Il vertice è stato convocato da Erdogan per coordinare una posizione comune dei Paesi musulmani rispetto alla decisione del presidente americano Donald Trump.

Maduro ha detto che sarà in Turchia "per valutare tutto quello che si può fare in solidarietà con il popolo arabo di Palestina davanti all'aggressione imperialista di Trump ed al suo tentativo di imporre Gerusalemme come capitale di Israele". La dichiarazione del presidente americano, ha tuonato, "è illegale, assolutamente illegale, direi irrazionale, una vera provocazione, una dichiarazione di guerra al popolo arabo, al popolo musulmano, ai popoli del mondo, ai popoli buoni, un'aggressione al popolo palestinese, un'altra ancora".

 

 

12-12-17