Lunedì 18 Giugno 2018
Slavini chiude i porti. De Magistris “Napoli pronta ad accogliere i migranti” PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Lunedì 11 Giugno 2018 08:56

“Se un ministro senza cuore lascia morire in mare donne incinte, bambini, anziani, esseri umani, il porto di Napoli è pronto ad accoglierli. Noi siamo umani, con un cuore grande. Napoli è pronta, senza soldi, a salvare vite umane".

Forse la risposta più bella, in queste ore di polemica, alla decisione del vice-premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini di chiudere i porti italiani e non autorizzare l'approdo in Italia della nave Aquarius con a bordo 629 migranti. La risposta arriva via Twitter dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che ancora una volta mostra il suo piglio deciso e soprattutto il cuore grande della città partenopea.

 

Già perché se è giusto chiedere un intervento maggiore dell’Europa ed una migliore cooperazione fra gli Stati, in modo che l’Italia non venga lasciata sola a gestire l’arrivo di migranti dal Mediterraneo, è vero anche che sulla nave Aquarius ci sono 629 persone, soccorse da un ONG e ora lasciate a navigare in mare aperto, respinte da Malta e dall’Italia. Persone non volute, cacciate, già in fuga e probabilmente anche in condizioni di salute precarie dopo il “viaggio della speranza” che hanno dovuto intraprendere.

Salvini, anche lui via social, aveva incalzato l’UE: "Nel Mediterraneo ci sono navi con bandiera di Olanda, Spagna, Gibilterra e Gran Bretagna, ci sono Ong tedesche e spagnole, c'è Malta che non accoglie nessuno, c'è la Francia che respinge”. Quelle stesse navi che tempo fa Di Maio aveva definito “taxi del Mediterraneo”, ma sono anche le stesse di tanti ONG che salvano ogni anno centinaia di vite.

Si perché da una parte c’è la politica, il pressing sull’Europa, ma dall’altra ci sono vite, persone (poco importa se siano migranti o clandestini o stranieri) e c’è il rischio di una tragedia umanitaria. Da una parte c’è il leader leghista che fa propaganda, dall’altra un sindaco che dice “siamo umani”.

 

"Quella di Salvini è una decisione brutale e contro ogni legge nazionale e internazionale – spiega De Magistris - Così come, se confermata, ci pare sbagliata la dichiarazione di estraneità del governo maltese. Contro le decisioni brutali che mettono a repentaglio vite umane e contro i palleggi, Napoli, città solidale da sempre schierata con chi chiede di essere aiutato, scende in campo: il porto sia aperto, si organizzino subito aiuti ed assistenza. La vita umana per noi continua ad avere un valore assoluto, senza distinzione di colore di pelle".

 

In una bellissima gara di solidarietà e accoglienza interviene anche il sindaco di Messina, “la nave Aquarius doveva attraccare a Messina, noi siamo pronti ad accoglierla anche contro il ministro dell’Interno”. E ancora Palermo e Reggio Calabria pronte a sfidare la decisione di Salvini e ad accogliere la nave Aquarius con il suo carico di vite.

 

V.V.

 

11-06-2018