Lunedì 16 Luglio 2018
Caos migranti PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Martedì 26 Giugno 2018 08:07

Salvini in Libia e navi in mare.

Il caos migranti prosegue, purtroppo di mezzo c’è la vita delle persone, ma questo in alcuni momenti appare un dettaglio. Ieri il tanto sbandierato viaggio in Libia del Ministro Salvini si è concluso con un nulla di fatto, se escludiamo qualche figuraccia.

 

No ai campi in Libia è la risposta del Ministro dell’Interno di Tripoli.

 

Intanto il mercantile Maersk bloccato davanti alle coste di Pozzallo con 108 migranti a bordo è stato fatto attraccare; è finita l'odissea dei migrati soccorsi nei giorni scorsi nel Mediterraneo e da venerdì scorso erano in attesa di poter sbarcare in un porto sicuro. I migranti sono stati trasferiti all'hotspot di Pozzallo, dove si trovavano i cinque già evacuati sabato scorso per ragioni sanitarie. Proprio ieri il sindaco Roberto Ammatuna aveva lanciato un appello "umanitario" al leader della Lega perché il cargo potesse sbarcare nella cittadina del Ragusano. "Non so se quelle parole sono andate nel segno - dice adesso all'Adnkronos -, ma sono felice che al di là di quell'appello si sia arrivati al risultato che tutta Italia sperava. Non si capiva perchè far arrivare una nave commerciale a pochi chilometri dal porto e poi aspettare giorni prima di dare il via libera allo sbarco".

 

Senza soluzione invece, la Lifeline che resta in mare con 224 persone a bordo e si trova vicino a Malta dove secondo fonti francesi potrebbe sbarcare.

 

 

26-6-18