Giovedì 16 Agosto 2018
Gaza. Egitto chiude valico di Rafah e Israele quello di Karem Shalom PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Martedì 17 Luglio 2018 12:51

Palestina. Nel silenzio, o meglio nell’indifferenza, si consuma il perenne e quotidiano dramma di Gaza e più in generale del popolo palestinese. Oggi Gaza è quasi del tutto isolata dopo che ieri l'Egitto ha chiuso a sorpresa il valico di Rafah

 

e dopo che Israele ha inasprito la chiusura del valico commerciale di Kerem Shalom. Si impedirà fino a domenica l'ingresso nella Striscia di combustibili.

 

La ulteriore chiusura del valico commerciale di Kerem Shalom, per un portavoce di Hamas, Fawzi Barhum, "è un crimine contro l'umanità, che va ad aggiungersi agli altri crimini già commessi nei confronti del popolo palestinese". "Il silenzio del mondo e della regione - ha aggiunto - hanno incoraggiato Israele a perpetrare nuove atrocità".

 

Anche una Ong israeliana, Ghishà, ha pubblicato una protesta per la chiusura del valico, che è stata decisa nell'intento di indurre Hamas a far cessare i lanci verso Israele di aquiloni e palloni incendiari. "Quei lanci sono gravi - ammette Ghishà - ma la chiusura del valico rappresenta una punizione collettiva ed indiscriminata per due milioni di palestinesi".

 

Nel frattempo i media danno grande risalto ad esercitazioni militari in corso da due giorni nel sud di Israele in cui viene simulata, fra l'altro la occupazione di un centro abitato nella striscia di Gaza. Le immagini di quelle manovre e le interviste con i militari impegnati sono riportate dalla stampa con grande evidenza, anche come monito diretto ai dirigenti di Hamas a Gaza; ma a pagarne il prezzo sempre i civili.

 

 

17-7-18