Giovedì 23 Novembre 2017
Alcatel Battipaglia, dipendenti minacciano di darsi fuoco PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Sabato 06 Febbraio 2010 12:00

Hanno portato questa mattina all’alba liquido infiammabile con sé e minacciano di darsi fuoco nello stabilimento. Così la protesta estrema di quattro operai dell'Alcatel Lucent di Battipaglia. Alla base della protesta la lunga vertenza che riguarda i dipendenti dello stabilimento...

I lavoratori dello stabilimento Alcatel Lucent, che produce componenti per telecomunicazioni ed è specializzata in sistemi di trasmissione su fibra ottica per la banda larga, chiedono garanzie per il proprio futuro lavorativo e per il destino della fabbrica del salernitano. La protesta di questa mattina è arrivata dopo la presentazione da parte dell’azienda dello stesso identico piano industriale già respinto qualche mese fa da Cgil e Rsu, piano che prevede una scissione del settore manifatturiero da quello della ricerca, con relativa cessione di un ramo d’azienda.
Ricordiamo che le proteste e le preoccupazioni dei lavoratori non sono una cosa di questi giorni, ma iniziano almeno nel mese di settembre, quando l’azienda presentò il suo progetto di dismissione che oggi sembra tornare in vita. A ruotare intorno all’Alcatel Lucent sono ben 90 dipendenti fissi e 500 con la formula di “somministrazione lavoro”, tutti lavoratori che sarebbero messi a rischio se andasse in porto la volontà aziendale di mantenere a Battipaglia il settore della ricerca e dislocare altrove (all’estero) la produzione.

A.V.

8-2-10