Mercoledì 18 Ottobre 2017
Lavoro. Inail, quest'anno 100 morti bianche in più PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Martedì 01 Dicembre 2015 09:47

Gli infortuni sul lavoro sono in calo ma non è così per i casi mortali, che, dati aggiornati a fine ottobre in base alle denuncia arrivate, sono circa 100 in più rispetto allo stesso periodo del 2014.

 

Questi alcuni dati parziali diffusi ieri dall’Inail, che ha contato per quest’anno 100 morti bianche in più.

Dall'Inail – dopo mesi di annunci ottimistici - spiegano che si tratta di un aumento che "preoccupa", anche se i dati, tengono a precisare, "sono in fase di assestamento".

 

Dal sito dell'Istituto, emerge come "le denunce di infortunio con esito mortale", avvenute "in occasione di lavoro", siano 729 nei primi dieci mesi del 2015. Erano invece 628 nello stesso periodo dello scorso anno (+16,1%). Quindi ora se ne contano 101 in più.

Il divario cresce ancora se si includono anche i decessi di quanti andavano o tornavano dal lavoro. In totale quindi tra gennaio e ottobre sono arrivate denunce per 988 morti, contro le 833 dell'anno prima (+155, +18,6%).

Tornando a concentrare l'attenzione sulle morti registrate mentre il lavoratore era sul posto di lavoro, giusto l'anno scorso si era toccato il minimo storico (674 l'ultimo dato), grazie a una progressiva riduzione del fenomeno anno dopo anno.

 

Nel 2015 invece si osserva una controtendenza, iniziata da subito e confermata ancor più nel mese di ottobre (65 contro i 37 del 2014).

 

 

1-12-15