Mercoledì 22 Novembre 2017
Incidenti Fs. Deraglia carrello, feriti cinque operai PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Venerdì 09 Aprile 2010 12:38

Ancora un incidente sul lavoro e sui binari: deragliamento di un carrello, incendio e cinque operai feriti, questo il bilancio di quanto avvenuto questa notte vicino alla stazione ferroviaria di Recco...

Cinque operai sono rimasti feriti, in modo non grave, nel deragliamento di un carrello per la manutenzione della massicciata ferroviaria, avvenuto poco dopo l'una di notte nei pressi della stazione di Recco (Genova) e che ha provocato questa mattina forti disagi alla circolazione dei treni sulla linea Genova-La Spezia. In seguito al deragliamento il carrello si è incendiato. I cinque operai sono stati ricoverati per accertamenti nell'ospedale San Martino del capoluogo ligure. Due di essi hanno riportato lesioni più serie, mentre gli altri tre solo escoriazioni e un forte choc. Il più grave, è stato ricoverato nel reparto di Ortopedia per una frattura scomposta del piatto tibiale del ginocchio destro e sarà operato lunedì. L'uomo si è ferito nel tentativo di lasciare il locomotore deragliato che trainava carrelli con materiale da lavoro, attraverso un varco di fortuna. Dopo l'uscita dai binari infatti il locomotore, che non si è ribaltato, aveva le porte bloccate. I cinque operai sono tutti dipendenti della ditta Valditerra che svolgeva per conto di Rete Ferroviaria Italiana i lavori di manutenzione della massicciata.
Sul posto sono intervenuti quattro squadre dei vigili del fuoco per spegnere l'incendio, che era stato provocato da olio per tubazioni idrauliche fuoriuscito dal macchinario e finito sui binari. Intanto sull’incidente il pm Massimo Terrile ha aperto un fascicolo.

Se il treno rimane ancora il mezzo di locomozione più sicuro, le ferrovie non sono uno dei luoghi di lavoro tra i più sicuri, come si può dedurre dal drammatico dato di 23 lavoratori morti sui binari in 30 mesi, cui si aggiungono tutti gli altri incidenti non mortali ma dalle gravi conseguenze, come quello della scorsa notte.

A. V.

9-4-10