Domenica 20 Maggio 2018
Deragliamento Milano. Cedimento strutturale. Pm, disastro ferroviario colposo PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Giovedì 25 Gennaio 2018 10:32

Mentre si aggrava il bilancio dell’incidente del treno pendolari, con tre morti e feriti gravi su 350 viaggiatori a bordo, ci sono le prime ipotesi sulla dinamica dei fatti. Il questore di Milano Marcello Cardona dichiara che è stato “individuato un cedimento tra vagoni ma sono ancora in corso tutti gli accertamenti per chiarire il quadro”.

 

Ad uscire dai binari i tre vagoni centrali. Sembra che il treno abbia percorso circa due chilometri con alcune ruote fuori dalle rotaie prima di impattare con un palo della trazione elettrica.

 

RFI parla di cedimento strutturale della rotaia, una rottura di circa 20 centimetri, ma resta da stabilire se il cedimento del binario sia la causa o l’effetto del deragliamento.

Comunque gli accertamenti sono ancora in corso e servirà del tempo per capire cosa sia realmente successo, per ora molte sono le ipotesi.

 

La Procura di Milano ha aperto un'inchiesta con l'ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo. La procura prima di effettuare iscrizioni nel registro degli indagati dovrà avere un quadro più preciso sulle cause del deragliamento e sulle figure eventualmente coinvolte.

Il treno è della società Trenord mentre dei binari è responsabile la Rete Ferroviaria Italia.

 

L’incidente di questa mattina mette in evidenza cosa sia il trasporto pendolari nel nostro Paese e lo stato della sicurezza ferroviaria sulle nostre linee. Investimenti e modernizzazione sembrano riguardare solo l’alta velocità, poi ci sono i treni di serie B, pieni di gente, spesso in ritardo e con condizioni di sicurezza carenti. E propio in queste ore una delegazione dei familiari delle vittime di Viareggio e di ferrovieri sono presso Ansf per un incontro, chiesto da mesi, proprio sullo stato della sicurezza ferroviaria.

 

 

25/1/18