Giovedì 21 Giugno 2018
Maltempo. Termini bloccata, Delrio scrive a Rfi ma domani nel Lazio viaggia 50% treni regionali PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Lunedì 26 Febbraio 2018 20:31

Quando nevica nel Lazio una certezza è rappresentata dal caos e dai blocchi ferroviari presso il nodo della Stazione Termini, la principale stazione di Roma e probabilmente per numero di binari la più grande d’Italia.

 

Oggi un freddo ed una neve straordinari certo, ma straordinari i disservizi di Rfi e Trenitalia che da una settimana su giornali e agenzie comunicavano con termini roboanti che il piano anti neve era scattato con anticipo ed efficienza; una efficienza che non hanno saputo cogliere le migliaia di passeggeri bloccati alle porte di Roma con ritardi superiori alle cinque ore, soppressioni di treni, cancellati gli Intercity e il 70% dei treni regionali, annunci sbagliati a Termini, annunci di treni fantasma o treni che sarebbero partiti da stazioni lungo la linea, però irraggiungibili.

 

È stata una giornata nera per il trasporto regionale, per i pendolari che nonostante la neve si dovevano recare a lavoro.

 

In serata RFI comunica che domani, 27 febbraio, viaggerà l’80% dei treni Alta Velocità e nel Lazio il 50% dei treni regionali, in poche parole soppresso un treno su due: questo il piano anti neve.

 

Sempre in queste ore il Ministro Delrio ha chiesto un rapporto ad RFI sui disagi di oggi, “al fine di poter valutare eventuali responsabilità anche delle imprese che eserciscono il servizio”.

Il Ministro chiede un dettagliato rapporto sulle cause che hanno generato tale situazione; se siano state attuate corrette azioni manutentive e quali le misure assunte preventivamente in considerazione delle note previsioni meteorologiche.

 

Intanto i pendolari vanno a dormire, confidando che domani il gelo non sia troppo freddo e gli scambi siano “caldi”.

 

 

A. V.

 

26-2-18