Lunedì 18 Giugno 2018
Treni. Incidente nel torinese due morti. La solidarietà dei familiari vittime Viareggio PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Giovedì 24 Maggio 2018 10:36

Ancora un grave incidente sui binari, è avvenuto questa notte a Caluso nel torinese. Un treno partito da Torino è deragliato a causa dell’impatto con un tir che ha attraversato un passaggio a livello quando già i segnali dell’alt erano scattati. Il pesantissimo bilancio è di due morti e 25 feriti, dei quali tre molto gravi.

 

Il treno regionale 10027 ha urtato un tir, fermo sui binari all'altezza di un passaggio a livello. L'impatto, violentissimo, ha causato il deragliamento del locomotore e di due vagoni. Due i morti, tra cui il macchinista e un'altra persona.

 

L'incidente è avvenuto alle 23.20 circa nella frazione di Arè e secondo una prima ricostruzione dei tecnici di Rfi, il treno partito alle 22.30 dalla stazione di Torino Porta Nuova ha urtato il tir, un trasporto eccezionale con targa lituana che, "dopo aver sfondato le barriere di un passaggio a livello regolarmente funzionante, era fermo sulla sede ferroviaria".

 

Il macchinista avrebbe azionato il freno d'emergenza, ma non ha potuto evitare l'impatto, violentissimo. Tre delle cinque vetture del convoglio, quelle di testa, sono deragliate, finendo nei campi vicini. Un palo della luce è stato abbattuto, i cavi dell'alta tensione tranciati. Sfiorata anche una casa cantoniera.

 

Il macchinista, residente a Ivrea, è morto sul colpo. Incastrati tra le lamiere, i feriti sono stati estratti dai vagoni uno ad uno.

 

L’autista del tir è indagato per disastro ferroviario. Anche questo incidente mette in evidenza la pericolosità dei passaggi a livello, dei quali da più parti si chiede da tempo una drastica riduzione.

 

Questa mattina l’Associazione dei familiari delle vittime della strage di Viareggio, in presidio davanti alla sede dell’Anfs, che sta presentando il Rapporto 2017 sulla sicurezza ferroviaria, ha espresso cordoglio e vicinanza per i feriti e i familiari di questo ennesimo incidente.

"Oggi siamo qua e dobbiamo portare e sentirci questo dolore nel cuore, sapendo che già due persone hanno perso la vita in un incidente sul lavoro e sulla ferrovia, quando è in funzione da tanto tempo una pratica che dovrebbe dismettere tutti i passaggi a livello proprio per la loro pericolosità". Lo ha detto Marco Piagentini, presidente dell'associazione 'Il mondo che vorrei' che riunisce i familiari delle vittime della strage di Viareggio del 2009.

 

24-5-18