Martedì 12 Dicembre 2017
Lavoro e sicurezza. A Firenze convegno ‘Un treno carico di stress’ PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Venerdì 27 Maggio 2011 10:22

Lavoro, sicurezza, stress da lavoro sono parole che spesso sentiamo ripetere nella cronaca degli infortuni e delle morti sul lavoro che quotidianamente avvengono nel nostro Paese. Lunedì 30 maggio saranno il cuore del Convegno Un treno carico di stress promosso a Firenze dai Rappresentanti della sicurezza dei ferrovieri e dalla rivista “ancora In Marcia!”...

e nel quale verrà presentato un progetto di ricerca che coinvolgerà l’intera categoria su tutto il territorio nazionale con un questionario multi-scheda per la definizione dei fattori di stress specifici. Si tratta di una ricerca dettagliata “sul campo”, unica nel suo genere e originale poiché interessa lavoratori, come macchinisti e capitreno, soggetti a turni  aciclici, responsabilità, rigidità comportamentali e di orario e quindi lavoratori per i quali gli elementi di stress legati al lavoro possono essere molti. Spesso gli strumenti utilizzati dalle imprese per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato (test, questionari e check list), valutazione resa obbligatoria in tutti i luoghi di lavoro dal D.Lgs. 81/2008, appaiono inadeguati, soprattutto perché escludono spesso gli stessi lavoratori da tutelare, da qui l’iniziativa della rivista “ancora In Marcia!” e dei Rappresentati dei Lavoratori per la Sicurezza dei macchinisti. “La nostra iniziativa – spiegano i promotori - è nata dalla constatazione degli RLS di macchinisti e capitreno dell’inadeguatezza delle iniziative aziendali e dalla volontà di non rassegnarsi a subirle passivamente. Ci siamo fatti soggetti promotori per utilizzare al meglio lo strumento di tutela che la legge, pur con tutte le sue lacune, ci ha messo a disposizione per migliorare le nostre condizioni di lavoro e quindi di vita. Il nostro è un progetto specifico per categorie atipiche, soggette a particolari fattori di stress, ma il metodo propositivo e partecipativo, basato sulla consultazione per gruppi omogenei e l’ausilio di esperti esterni, può essere preso a riferimento e adattato ad ogni settore ed avere un “effetto”più generale”. Il progetto di ricerca per la definizione dei fattori di stress specifici è stato elaborato con l'ausilio del Prof. Vezio Ruggieri e della Dott.ssa Laura Marrucci, della cattedra di Psicofisiologia Clinica della Facoltà di Psicologia de “La Sapienza”.
Il Convegno, che ha avuto anche il patrocino della Regione Toscana e della Asl Firenze 10, si terrà a Firenze, Educatorio di Fuligno, Via Faenza, 48, a partire dalle ore 9.30. Per i dettagli del Programma www.inmarcia.it

 

A.V.

 

27-5-11