Sabato 18 Agosto 2018
Lavoro. Ancora un morto nella fabbrica dei tedeschi PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Giovedì 27 Ottobre 2011 07:49

 Nella fabbrica dei tedeschi, la ThyssenKrupp, si continua a morire di lavoro. Ieri sera la triste sorte è toccata ad un operaio polacco di 40 anni, che è stato trovato morto intorno alle 20 nella discarica della Thyssen Krupp di Villavalle a Terni.

Il corpo dell'uomo è stato notato tra la terra, dopo che qualcuno aveva visto il camion fermo senza conducente. Sul posto sono intervenuti in serata Asl, il medico di guardia delle acciaierie, e la polizia di Terni. Secondo una prima ricostruzione l'operaio è stato travolto dai fanghi, residuo delle lavorazioni dell'Ast.
Chissà se la Merkel troverà un motivo di sorriso in questa vicenda.
L’incidente di ieri porta ancora in primo piano il tema della sicurezza sul lavoro, che seguita ad essere un optional per grande e piccole aziende del nostro Paese. Certo è che dopo il rogo alla TK di Torino, nel quale tre anni fa morirono ANTONIO, GIUSEPPE, ROCCO, ROBERTO, ANGELO, BRUNO, ROSARIO, ci si sarebbe aspettato qualche misura in più dalla grande multinazionale dell’acciaio. Cambia poco che questa volta il morto è di una ditta esterna, comunque l’incidente è avvenuto all'interno di una discarica dell'Ast di Terni durante le operazioni per scaricare fanghi da un camion.

 

A. V.

 

27-10-11