Lunedì 21 Agosto 2017
Migranti. Dopo un viaggio disumano a Bari 25 afghani vengono respinti PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Martedì 17 Luglio 2012 09:03

Alla tragedia dei viaggi disperati dei migranti che arrivano sulle nostre coste si aggiunge la vergogna di un Paese, il nostro, che respinge persone che hanno affrontato una traversata disumana.

È quello che è avvenuto a Bari dove sono arrivati 25 afghani nascosti in un semirimorchio frigorifero tra un carico di copertura di cozze. Il mezzo, con targa bulgara, spedito dalla Grecia privo di motrice e autista, è stato sottoposto a controllo dagli uomini della guardia di finanza, insospettiti dall'impianto di refrigerazione spento nonostante la tipologia del carico. E' stato l'esame allo scanner a evidenziare la presenza dei migranti a bordo nascosti tra 12 quintali di mitili, in un nascondiglio al quale era possibile accedere da una botola esterna ricavata tra gli assi delle ruote posteriori. I migranti hanno viaggiato circa due giorni in condizioni di caldo e di disagio enormi dopo, immaginiamo, un viaggio dall’Afghanistan altrettanto difficile e lunghissimo. I 25 afghani sono stati soccorsi e rifocillati ma poi respinti immediatamente, senza curarsi delle loro condizioni né della disperazione in cui viene gettato chi fugge da un Paese ancora in guerra e molto pericoloso, affronta un viaggio stremante, sogna un futuro lontano, sceglie l’Europa come meta di questo sogno e all’arrivo si vede chiudere le porte in faccia. Non può essere questo il modo per rispondere al problema degli sbarchi di clandestini, che vanno sì gestiti ma coniugando il controllo con l’accoglienza, la legge con la comprensione delle difficoltà di chi arriva.

 

17-07-2012