Giovedì 21 Giugno 2018
Benzina. Effetto Siria ma non solo, iniziativa del Codacons PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Lunedì 02 Settembre 2013 11:10

I massacri e gli annunci di guerre imminenti hanno anche risvolti di sicuro non drammatici, ma che pesano sulla vita delle persone, come i nuovi rialzi di benzina e diesel sull’onda dell’effetto Siria.

 

Nonostante il calo dei prezzi sui mercati internazionali, come sottolineano Quotidiano Energia e Staffetta Quotidiana, la verde supera gli 1,88 euro al litro e il diesel gli 1,77 euro nei distributori Eni (+0,8 centesimi il rincaro nel weekend), con aumenti anche per Ip, Q8 (con il picco di 1,776 sul diesel) e TotalErg.

Si tratta del quarto giro di aumenti per i prezzi dei carburanti all'indomani dell'avvio dell''effetto Siria', ricorda QE.

Tuttavia fa pensare il fatto che gli ulteriori aumenti si realizzano proprio in coincidenza con il rientro dalle vacanze per milioni di cittadini, tanto che il Codacons lancia una iniziativa rivolta agli automobilisti in viaggio.

L'associazione invita gli utenti che si accingono a fare rifornimento di carburante a fotografare anche, tramite cellulari e smartphone, i listini 'record' di benzina e gasolio esposti presso i distributori, ed inviare le immagini al Codacons all'indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Le immagini raccolte dall'associazione saranno poi pubblicate sul sito www.codacons.it e serviranno non solo a scovare i prezzi 'folli' praticati in queste ore, ma anche a testimoniare i rincari rispetto ai listini praticati solo pochi giorni fa, e fungeranno da supporto alle iniziative legali a tutela degli automobilisti attualmente allo studio dell'ufficio legale Codacons.

 

2-9-13