Domenica 25 Giugno 2017
Latina 22 marzo. Marcia di LIBERA in ricordo delle vittime di mafia PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Mercoledì 19 Marzo 2014 10:31

Sabato 22 marzo si svolgerà a Latina la diciannovesima edizione della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie", promossa dall'associazione Libera e Avviso Pubblico.

La Giornata della Memoria e dell'Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Oltre 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell' ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.

'Ma da questo terribile elenco - sottolinea Libera - mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare'.

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 09:00 - Concentramento dei partecipanti - Via Isonzo, pressi Viale della Regione Veneto

ore 10:00 - Partenza del corteo

ore 10:45 - Arrivo del Corteo in Piazza del Popolo

ore 11:00 - Inizio lettura dei nomi delle vittime di mafia sul palco e interventi dal palco

ore 15:00 - Inizio seminari

ore 17:30 - Chiusura seminari

 

Ai seminari, che approfondiranno i temi legati alla mafia (dal traffico dei rifiuti all’utilizzo sociale dei beni confiscati, dal ricordo di don Peppe Diana alla necessità della prevenzione e dell’educazione alla legalità), sarà necessario prenotarsi individualmente. Saranno poi organizzati spettacoli, mostre e laboratori in tutta la città di Latina.

 

Inoltre sarà possibile partecipare alla giornata in bicicletta attraverso la TransumanzaLatina: 100 chilometri che simbolicamente vogliono richiamare i cento passi di Peppino Impastato e che toccheranno i luoghi e i terreni su cui hanno messo le mani le mafie e le ecomafie. Partenza da Roma con un itinerario il più possibile lontano dal traffico e dai suoi pericoli, circondando i laghi bellissimi dei Colli Albani, attraversando i Pratoni del Vivaro, scendendo le vigne dei Castelli, attraversando la Pianura Pontina, costeggiando il mare a Torre Astura. Oppure ci si potrà aggregare lungo il percorso, raggiungendo i transumanti in treno a Castel Gandolfo, a Velletri, a Cisterna di Latina. O ancora si potrà arrivare direttamente la mattina del 22 a Latina e percorrere gli ultimi dieci chilometri della transumanza raggiungendo il corteo di Libera in bicicletta.

Il 22 marzo, in piazza, i ciclisti potranno dare forza e metri al suono che trasporterà nell'aria i nomi delle centinaia di vittime della mafia: sarà il pubblico in sella a dare energia elettrica a luci e amplificatori del particolarissimo palco a pedali alimentato da 84 dinamo collegate ad altrettante biciclette.

 

Per tutte le informazioni:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

tel. 06 69770332

 

19-03-2014