Giovedì 21 Giugno 2018
Roma Pride. Da vent’anni sfidiamo i pregiudizi a viso aperto PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Venerdì 06 Giugno 2014 13:37

Era il luglio del 1994 quando aRoma sfilò il primo corteo italiano del Gay Pride. Il 7 giugno 2014 la strade di Roma saranno di nuovo invase dai colori arcobaleno sotto lo slogan “Fuori i diritti” .

Una manifestazione gioiosa e pacifica che da due decenni porta al centro dell’agenda politica i valori della democrazia, laicità, diritti, parità, salute e libertà e ha contribuito a cambiare radicalmente la cultura e la società del nostro Paese.

Sono già partite da giorni le iniziative nella capitale e su tutti i media spopola la campagna “Mettici la faccia”: oltre 150 volti protagonisti degli scatti ufficiali (fra cui anche Nichi Vendola ed il suo compagno) e migliaia di utenti che utilizzano l’apposita applicazione web per personalizzare le proprie foto con il tema e il logo del Roma Pride 2014.

 

Piena dignità e uguaglianza, laicità e libertà per tutte e tutti a prescindere da orientamento sessuale e identità di genere, matrimonio egualitario, genitorialità, nuova legge per le persone trans, un welfare che guardi alle realtà plurali delle scelte individuali e familiari, politiche di contrasto a omofobia e transfobia e di lotta alle discriminazioni nella scuola, sul lavoro, nei media, nelle istituzioni, tutela della salute e garanzie di cure per le persone in HIV. Queste sono le richieste raccolte nel documento politico del Roma Pride insieme all’invito a chi ha responsabilità politiche :“metteteci la faccia anche voi, impegnatevi al nostro fianco per un Paese migliore e più giusto!”

 

Il corteo del Roma Pride paryirà come di consueto alle ore 15.00 da Piazza della Repubblica e darà il via all’Onda Pride 2014 che raccoglie in una cornice fortemente unitaria tutti e 13 i Pride che tra giugno e luglio si terranno in Italia.