Giovedì 21 Giugno 2018
Padre Dall'Oglio. Notizie contrastanti sulla sua sorte PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Mercoledì 11 Giugno 2014 07:41

Paolo Dall’Oglio è scomparso ormai da quasi un anno dal Nord della Siria.

 

Ieri pomeriggio il quotidiano libanese al Akhbar, portavoce delle istanze del movimento sciita filo-iraniano Hezbollah, ha annunciato che il gesuita è vivo, anzi il giornale afferma che un mese fa "una delegazione italiana ha incontrato" il religioso alla presenza dei suoi rapitori e ha avuto con lui un colloquio di circa due ore.

 

Alla Farnesina non risulta alcun incontro e la stessa famiglia di Dall’Oglio dichiara di non avere novità alcuna circa le sorti del loro caro.

 

Da più parti si afferma che dal 29 luglio 2013 Dall'Oglio sia nelle mani di miliziani qaedisti che controllano la regione settentrionale di Raqqa.

 

Da allora è un rincorrersi di voci, mai confermate e altalenanti, sulla sua sorte.

 

Fonti qualificate dei servizi di sicurezza italiane fanno notare che al Akhbar "non è attendibile", ma il giornale sembra avere buoni contatti con i qaedisti dell'Isis.

Nei giorni scorsi lo stesso giornale aveva affermato che due vescovi ortodossi siriani Yohanna Ibrahim e Bulos Yazigi, scomparsi nel nord-ovest della Siria nell'aprile 2013, si trovano proprio a Tal Abyad nelle mani degli stessi qaedisti che tengono prigioniero Dall'Oglio.

 

 

11-6-14