Mercoledì 22 Novembre 2017
Iraq. 500 mila civili in fuga da Mossul PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Mercoledì 11 Giugno 2014 10:03

Oltre mezzo milione di civili è in fuga da Mossul, la seconda città dell'Iraq, caduta ieri nelle mani dei miliziani jihadisti dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isis), che si ispira ad Al Qaida.

 

Lo rende noto l'Oim, l'organizzazione internazionale per le migrazioni, in un comunicato.

Da questa mattina i miliziani qaedisti dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isis) controllano la provincia di Baiji, ricca di pozzi petroliferi tra Baghdad e Mosul. Lo riferisce la tv panaraba al Jazira.

Ieri, l'Isis aveva conquistato Mossul, la seconda città del Paese.

Intanto il regime siriano offre aiuto all'Iraq nella "comune lotta al terrorismo" qaedista: in un comunicato del ministero degli esteri di Damasco, citato stamani dalla Sana, si afferma che l'offensiva dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isis) è compiuta nell'ambito di "un complotto contro i due popoli iracheno e siriano".

 

 

11-6-14