Mercoledì 13 Dicembre 2017
Strage Viareggio. Conclusa prima udienza incidente probatorio. Processo nel 2012 PDF Stampa E-mail
Scritto da Alessandra Valentini   
Lunedì 07 Marzo 2011 00:00

Di Alessandra Valentini - Si è conclusa nel Centro Congressi e Fiere di Lucca la prima udienza dell’incidente probatorio, le perizie, come stabilito dal Gip Silvestri, inizieranno il 21 aprile mentre l'udienza per la discussione della consulenza tecnica d'ufficio si terrà il 2 novembre.

Secondo il presidente del Tribunale di Lucca, Gabriele Ferro, il processo per la strage di Viareggio potrebbe iniziare «alle soglie dell'estate 2012». Secondo Ferro la prossima udienza per la perizia potrebbe esserci a fine luglio o a ottobre 2011 mentre l'udienza preliminare potrebbe svolgersi all'inizio dell'anno prossimo. «Il processo - ha ipotizzato Ferro - potrebbe finire all'inizio del 2013». «Qualcuno dovrà spiegare cosa è successo» ha risposto ai giornalisti Ferro, aggiungendo di immaginare «che ci saranno dei rinvii a giudizio»......

Il processo si svolgerà, come per l’incidente probatorio, al Centro Congressi e Fiere: un ampio spazio è già stato prenotato dal tribunale di Lucca. Il procuratore Aldo Cicala ha definito quello di oggi «un momento molto importante». Un momento importante, che tuttavia preannuncia tempi lunghi per avere quella giustizia e verità chiesta anche oggi dalle associazioni e dai cittadini presenti a Lucca.

Parole amare e tristi sono venute da Marco Piagentini, rimasto ustionato sul 95% del corpo, e che ha perso  la moglie e i due figli, di 5 e 2 anni. «È un giorno importante ma in fondo non cambia niente. Nessuno mi restituirà mia moglie e i miei figli».

In aula non erano presenti gli indagati, ma solo i loro avvocati. Una scelta che non ha lasciato indifferenti i familiari delle vittime della strage ferroviaria del 29 giugno 2009, «gli avvocati degli indagati ci sono ma gli indagati no. Penso si vergognino parecchio». Lo ha detto Daniela Rombi dell'Associazione Il mondo che vorrei tra i familiari delle vittime della strage di Viareggio, parlando con i giornalisti. Quanto all'ad di Fs, Mauro Moretti, fra i 38 indagati nell'inchiesta, Daniela Rombi ha aggiunto: «con lui abbiamo chiuso. È arrogante, supponente e si crede padrone del mondo». Anche per il sindaco di Viareggio, Luca Lunardini, «sarebbe stato un atto di rispetto se gli indagati si fossero presentati in aula». 

 


7-3-11

 

LEGGI ANCHE: Strage di Viareggio. Oggi l’incidente probatorio sui materiali