Lunedì 21 Agosto 2017
Arance di Natale per il Kurdistan PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Mercoledì 07 Dicembre 2011 16:56

Anche quest'anno parte la Campagna "Arance di Natale, arance per la vita..", organizzata dalla onlus Verso il Kurdistan per sostenere due progetti per la fornitura gratuita di medicinali.
La prima campagna riguarda la fornitura di medicinali salvavita e attrezzature al Centro sanitario di Sirnak, regione del Botan, Kurdistan turco.

La municipalità di Sirnak – 80 mila abitanti con i profughi di guerra, una città tra le più povere di tutta la Turchia - ora amministrata dal partito filokurdo BDP, ha realizzato , tra le varie cose, un Centro sanitario attrezzato, con l’aiuto della solidarietà internazionale, in una città in cui l’unica struttura sanitaria esistente disponeva di soli 20 posti letto e di un medico ogni 10 mila abitanti.
L’obiettivo iniziale era di servire 500 famiglie bisognose – soprattutto famiglie con bambini – ma la richiesta è andata ben oltre. Fra le persone prive di assistenza sociale, ve ne sono molte che non riescono ad accedere ai farmaci. Con questo progetto, da qualche anno, abbiamo avviato una campagna per la fornitura di medicinali gratuiti e di attrezzature al Centro sanitario della municipalità di Sirnak, privilegiando, in modo particolare, donne e bambini privi di “carta verde”.
Il secondo progetto, “Casa di accoglienza per migranti”, è stato realizzato nel quartiere Kunkapi, il quartiere più multietnico di Istanbul. A Kunkapi, l’associazione degli avvocati di Istanbul (Tohav) e l’associazione “Medici del mondo” francesi, hanno realizzato il progetto di una Casa di accoglienza per migranti, progetto che ora è stato allargato alla nostra associazione, “Verso il Kurdistan onlus” e a “Medici senza frontiere”. Sono circa 11 milioni, i migranti presenti nella sola Istanbul, tra cui oltre 4 milioni di profughi interni, soprattutto kurdi, fuggiti dalla distruzione dei loro villaggi ad opera dell’esercito turco, profughi non riconosciuti come tali, costretti a vivere in baraccopoli improvvisate o in quartieri fatiscenti; 36 mila sono, invece, i migranti che, nel solo 2010, sono riusciti ad oltrepassare il confine terrestre tra Turchia e Grecia, senza contare quello marittimo. D’estate, oltrepassano il confine del fiume Evros, tra Turchia e Grecia, fino a 300 persone al giorno, nascoste tra le piantagioni di girasole e di mais. Si tratta del 90% del totale degli arrivi in Europa. Lo scopo del progetto è quello di fornire assistenza socio-sanitaria agli immigrati, interni ed esterni, in transito per Istanbul, diretti
principalmente in Europa. Favorire l’accesso gratuito ai medicinali è un modo per lottare concretamente contro le malattie e la mortalità che colpisce vaste
fasce della popolazione migrante.
Acquistare le arance di "Arance di Natale, arance per la vita.." , rigorosamente biologiche, può essere una buona occasione per  praticare la solidarietà con chi,  ancora oggi, subisce prigione e tortura, in una regione come quella del Kurdistan devastata dal recente terremoto che ha mietuto centinaia di vittime, migliaia di feriti e la distruzione di  tutto un territorio.

Per sapere dove trovare le Arance di Natale e per informazioni sulle campagne di "Verso il Kurdistan": http://versoilkurdistan.blogspot.com

 

8-12-2011