Domenica 25 Giugno 2017
Libera. Furto e danneggiamenti nella sede di Sabaudia PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Martedì 03 Gennaio 2012 09:49

A Sabaudia, nella notte tra l'1 e il gennaio, furto e danneggiamenti nella sede di Libera. Ad accorgersi dell'accaduto sono stati il coordinatore regionale di Libera Lazio ed il referente del presidio di Sabaudia che hanno trovato la porta della sede a Corso Principe di Piemonte danneggiata e forzata.

La catena che chiudeva la serratura era stata tagliata di netto, probabilmente con delle tronchesi. Da un primo inventario è emerso che dalla sede è stato sottratto un computer piuttosto datato del valore di circa 50 euro nonchè alcuni fascicoli appartenenti ad altre associazioni ed infine locandine e libri dell’associazione Libera. “E’ un furto sicuramente singolare – ha commentato il referente regionale di Libera Antonio Turri – qualsiasi ladro avrebbe saputo valutare quanto contenuto nella sede. Senza contare il fatto che gli immobili accanto sono occupati da altre associazioni ed anche dalla Capitaneria di Porto ma evidentemente interessava solo il computer da 50 euro dato in uso a Libera dal Comune insieme alla sede. C’era anche un televisore ma lo hanno lasciato. Però chi è venuto a farci vista la scorsa notte aveva tronchesi ed anche una macchina e chi conosce la zona sa benissimo che per arrivare alla sede, che non è illuminata occorre conoscere il posto. Da capire anche l’utilità del furto delle locandine dell’iniziativa recente al Cafè de Paris di Roma e dei libri sui beni confiscati. Una bravata? Spesso si dice così in questi casi. Molti aspetti di questo strano furto restano comunque da chiarire, sicuramente l’obiettivo non era quello di fare soldi con il materiale rubato. Ma Libera a Roma e nel Lazio continuerà senza fare alcun passo indietro 365 giorni l’anno come ci invita a fare Don Luigi Ciotti contro le ingiustizie, la corruzione e le mafie”.

 

Ricordiamo che la sede intitolata al giornalista Giancarlo Siani è stata inaugurata lo scorso luglio, con una bella e partecipata iniziativa. Libera a Sabaudia rappresenta senza dubbio un presidio importante e un luogo per attività utili e necessarie al tessuto sociale della città. Ci auguriamo che simili atti, come anche i ripetuti attacchi al Villaggio della Legalità a Borgo Sabotino, siano non solo condannati dalle parole ma emarginati e respinti con azioni concrete.

 

 

La Redazione

 

3-1-12