Mercoledì 13 Dicembre 2017
Si stacca portellone da un Frecciargento. Indagine dell’Ansf PDF Stampa E-mail
Scritto da DirittiDistorti   
Mercoledì 29 Febbraio 2012 10:44

Lunedì scorso un portellone del treno Frecciargento 9482, partito da Roma alle 18,40 e diretto a Brescia, si è staccato sbattendo sul laterale dell’ultima carrozza e poi finendo sui binari.

 

La notizia era stata diffusa dalla rivista dei macchinisti “Ancora In Marcia!”, ma oggi anche L'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (Ansf) è intervenuta, compiendo un sopralluogo per acquisire elementi sul questo ultimo incidente accaduto lungo la linea direttissima in prossimità di Chiusi (Siena).

Dopo l'incidente il macchinista ha dato l'allarme, dopo aver accertato che non ci fossero feriti, il treno è ripartito, diretto alla stazione di Arezzo, dove i passeggeri sono stati trasferiti su un treno sostitutivo. Tanta paura e tanto disagio, ma per fortuna nessun danno ai passeggeri; la linea è rimasta bloccata per circa due ore.

Anche in questo caso, una tragedia sfiorata, poiché è facile immaginare cosa sarebbe successo se qualcuno passava in prossimità della porta, quando si è staccata con il treno in corsa a 250km orari.

Secondo gli ultimi dati resi noti dall'Agenzia per la sicurezza ferroviaria, nel corso del 2011 si sono verificate 120 "anormalità" a treni Eurostar, alcune delle quali hanno avuto come conseguenza anche piccoli incidenti.

Secondo la redazione di "Ancora In Marcia!", che più' volte ha denunciato incidenti in ambito ferroviario, l'Ansf "deve imporre misure piu' severe per la manutenzione delle porte dei treni".

Per le Ferrovie il treno su cui si è verificato l'incidente sarebbe quello imbrattato dalle scritte No Tav alla Stazione Termini di Roma. Una circostanza che aggiunge solo preoccupazione, poiché si era parlato solo di scritte ai danni di un treno dell'alta velocità, se ci fossero stati altri danni avrebbero dovuto essere prontamente e senza ombra di dubbio verificati, visto, inoltre, che la circolazione a Roma Termini è stata bloccata per oltre 40 minuti e molto di più' ci è voluto affinché tornasse alla normalità.

 

29-2-12