Mercoledì 22 Novembre 2017
Achille Campanile “rivive” a Velletri: 21-29 ottobre la rassegna nazionale “Campaniliana” PDF Stampa E-mail
Scritto da Valentina Valentini   
Martedì 10 Ottobre 2017 00:00

Ottobre è nel vivo e si avvicina anche la “Campaniliana”, rassegna nazionale di teatro e letteratura dedicata al grande scrittore, giornalista, drammaturgo e umorista Achille Campanile.

 

Morto nel 1977, l’autore romano di nascita visse gli ultimi anni tra Velletri e Lariano, in campagna, e proprio nel centro veliterno la felice sinergia tra la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura e l’Associazione Culturale Memoria ’900 ha portato all’organizzazione di un grande evento senza precedenti. Lo scorso 12 agosto è scaduto il bando di concorso per partecipare alla prima edizione del Premio Nazionale Teatrale “Achille Campanile”.

Grazie alla diffusione capillare del bando e alla fattiva collaborazione della UILT (Unione Italiana Libero Teatro), delle università e dei teatri italiani sono arrivati circa settanta copioni. Gli elaborati stanno passando all’attento vaglio della Giuria di qualità presieduta dal critico letterario, giornalista e scrittore Arnaldo Colasanti, e composta dall’attrice Simona Marchini e dal figlio dello scrittore Gaetano Campanile. Il Premio, promosso dalla Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura diretta dal Maestro Claudio Micheli, consiste in una somma in danaro di € 1500,00 gentilmente messa a disposizione dalla Casa di Cura “Madonna delle Grazie” di Velletri.

Oltre al teatro, però, il programma prevede anche largo spazio alla letteratura: l’Associazione Memoria ‘900 ha organizzato per sabato 21 ottobre, dopo l’inaugurazione prevista alle ore 17.00, un convegno dal titolo “Umorista sarà lei!”. Al tavolo dei relatori, nella suggestiva cornice dell’Auditorium della Casa delle Culture e della Musica di Velletri, insieme al figlio dello scrittore siederanno Arnaldo Colasanti, Vito Molinari, regista Rai, Giorgio Montefoschi, scrittore e Premio Strega. Non mancheranno altri ospiti di rilievo. Da sabato 21 ottobre a domenica 29 ottobre sarà possibile visitare, nella Sala degli Affreschi della Casa delle Culture e della Musica di Velletri, una mostra di manoscritti, bozzetti, disegni, oggetti personali dell’autore a cura del Fondo Achille Campanile e dei biografi e studiosi Silvio Moretti e Angelo Cannatà. Contemporaneamente, nell’adiacente Auditorium saranno proiettati video e immagini originali di Achille Campanile, con filmati d’epoca e fotografie inedite. Molto spazio è stato riservato alla didattica: per il coinvolgimento di tanti istituti superiori di Velletri e non solo sono previsti per martedì 24 e giovedì 26 dei reading mattutini per le scuole in due turni, mentre i cittadini avranno a disposizione negli stessi giorni letture in orario pomeridiano. Sabato 28 ottobre sarà invece presentato l’ultimo libro che contiene gli scritti inediti e dispersi di Achille Campanile, intitolato Grazie, arcavolo! (Edizioni Aragno, uscito nel settembre 2017) alla presenza degli autori, Silvio Moretti ed Angelo Cannatà, e con la partecipazione di Gaetano Campanile e Rocco Della Corte.

L’ultimo appuntamento dei nove giorni finalizzati alla riscoperta del genio campaniliano con un monumento dinamico e ricco di eventi è fissato per domenica 29 ottobre: nello splendido Teatro Artemisio-Volonté di Velletri avrà luogo la premiazione del vincitore della Prima edizione del Premio Nazionale Teatrale e la rappresentazione della commedia La moglie ingenua e il marito malato, a cura della compagnia “Il Teatrone” di Velletri e per la regia di Enzo Toto con la compagna “Il Teatrone”. Il Comitato Scientifico-Organizzativo, la Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura, ideatrice dell’evento, l’Associazione Memoria ‘900 – che in co-produzione ha lavorato a moltissimi degli eventi del fitto calendario - e il Fondo Campanile sono dunque al lavoro ed è iniziato il conto alla rovescia in attesa della “Campaniliana 2017 – I Edizione”. Primo appuntamento da segnare in agenda il 21 ottobre con l’inaugurazione ufficiale, alle ore 17.00 presso la Casa delle Culture e della Musica, alla presenza di cittadini, associazioni e autorità.

 

 

Comunicato Stampa a cura dell’Ufficio Comunicazione “Campaniliana”