Martedì 20 Febbraio 2018
Documenti
L'Associazione Diritti Distorti presenta il libro IL SOGNO DI SAFIYYA di Nuccio Franco E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

VELLETRI, VILLA BERNABEI - VENERDI' 30 MAGGIO ORE 18.00

 

 

La presentazione è inserita negli appuntamenti del Maggio dei libri, organizzato a Velletri dall’Assessorato alla Cultura, per promuovere la lettura e sottolinearne il valore sociale, culturale e civile. Fra gli altri eventi ricordiamo la presentazione del libro “la Battaglia di Velletri”, di Paolo Carotenuto sabato 24 e la maratona di lettura che si terrà sabato 21. Diritti Distorti, come già in altre occasioni, presenta un libro che è prima di tutto un bel romanzo, scritto bene e coinvolgente nella lettura. Inoltre tratta temi cari alla nostra associazione e al nostro quotidiano on line (www.dirittidistorti.it), a partire dalla guerra e dai suoi orrori, dalle realtà spesso difficili dei migranti, e poi la violenza, la vita nelle periferie, il disagio. Ma il Sogno di Safiyya parla soprattutto di speranza, di tolleranza, solidarietà, convivenza. Il vero sogno è quello che un mondo migliore è possibile e realizzarlo dipende anche da noi, dal nostro impegno e dalle nostre azioni quotidiane.

Leggi tutto...
 
IL MAGGIO DEI LIBRI E-mail

 

 
Affitti in nero. Lo Stato rimedi ai propri errori E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

di Ileana Piazzoni* - È con una sentenza datata 10 marzo 2014 che la Corte Costituzionale dichiara illegittimi, quindi cancella, due dei commi contenuti nel decreto sul federalismo fiscale del 2011 con i quali si stabiliva la possibilità, per gli inquilini, di ricevere forti sconti sul canone d'affitto nel caso in cui avessero denunciato e registrato il proprio contratto in nero.

Leggi tutto...
 
Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie E-mail

 

LATINA, SABATO 22 MARZO. CONCENTRAMENTO ORE 9.00 IN VIA ISONZO

 
Emergenza abitativa. Nuovo Esecutivo mostri coraggio E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Di Ileana Piazzoni - Più volte abbiamo cercato di spingere il Governo ad affrontare concretamente l’emergenza sfratti che attanaglia il Paese. In ogni provvedimento utile, dal decreto IMU alla legge di stabilità, fino a giungere al decreto Milleproroghe, abbiamo con tenacia ribadito la necessità di interventi radicali per arrestarne il ritmo vertiginoso, ritmo che non accenna a diminuire.

Leggi tutto...
 
Una Giornata della Memoria contro i nuovi lager E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Fin quando ci sarà anche un singolo gruppo umano perseguitato, discriminato, spogliato dei diritti fondamentali, la giornata della Memoria resterà un momento di riflessione necessario e irrinunciabile. Il senso di questo giorno sta nel mettere in relazione il ricordo legato alle vittime degli orrori del nazismo con la più profonda delle paure del genere umano, quella verso noi stessi e verso ciò che siamo capaci di fare in ogni angolo del pianeta: guerre di religione, genocidi, segregazioni razziali, repressioni del dissenso.

Leggi tutto...
 
NATALE PER EMERGENCY E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

A Natale , e tutto l’anno, è possibile sostenere Emergency anche acquistando regali, oggetti e gadget attraverso il sito www.emergency.it o nei negozi che in questo periodo festivo Emergency apre in moltissime città italiane con il progetto Natale per Emergency. Milano, Roma, Bari, Bologna, Brescia, Ferrara, Firenze, Forlì, Genova, Grosseto, L’Aquila, Livorno, Padova, Reggio Emilia, Torino e Trento le città che a dicembre ospitano i Negozi di Natale di Emergency. Acquistando qui i regali saranno doppi: per chi li riceve e per i programmi umanitari di Emergency.

 

I Negozi di Natale sono veri e propri negozi, dove si potranno acquistare oggetti provenienti dai paesi in cui opera Emergency e prodotti offerti da imprese, aziende e negozi che desiderano contribuire all’attività umanitaria dell’associazione. Giocattoli e libri per bambini, prodotti di bellezza, bigiotteria, vini e prelibatezze alimentari del nostro territorio donati dalle aziende che quest’anno contribuiranno a sostenere il Programma Italia di Emergency, oltre ad un’ampia scelta dei gadget di Emergency. I volontari di Emergency saranno presenti anche in tante altre città con banchetti e iniziative. Per saper dove si può consultare il sito www.nataleperemergency.it

 

Emergency è un'associazione italiana indipendente e neutrale, nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Emergency promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani ed il suo impegno umanitario è possibile grazie al contributo di migliaia di volontari e di sostenitori. Dalla sua nascita a oggi, Emergency ha curato oltre 5 milioni e mezzo di persone in 16 Paesi.

 

Da qualche tempo è inoltre presente con i suoi ambulatori anche in Italia, dove, nonostante sia un diritto riconosciuto, il diritto alla cura è spesso un diritto disatteso: migranti, stranieri, poveri spesso non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, incapacità a muoversi all'interno di un sistema sanitario complesso. Da questa consapevolezza nascono gli interventi di Emergency nell'ambito del sistema penitenziario (conclusi nel 2007) e dell'area dell'immigrazione e del disagio sociale.

 
Emergenza abitativa, un vero allarme sociale E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Di Ileana Piazzoni - “Piano casa”, sì. Ma l’emergenza è adesso! Per questo, il primo passo da compiere deve essere una moratoria immediata degli sfratti, a cominciare dalle categorie più disagiate, e il blocco degli stessi per gli alloggi di proprietà degli enti pubblici e privatizzati, in attesa che si proceda al riordino normativo delle dismissioni immobiliari. Certo, come sostiene anche il Ministro Lupi in risposta a un’interrogazione da me presentata, la moratoria degli sfratti non risolverebbe il dramma dell'emergenza abitativa, grave in tutto il Paese ma particolarmente drammatica nelle grandi aree urbane, ma rallenterebbe, senza dubbio, la diffusione di un disastro senza precedenti che rischia di mettere in mezzo alla strada migliaia di famiglie. I numeri sono impressionanti: oltre 430.000 nuclei familiari sono in difficoltà con il pagamento dei mutui e ogni anno si producono 70 mila sentenze di sfratto, di cui quasi il 90% per morosità.

Leggi tutto...
 
Storia. Il 6 novembre 1917, la Rivoluzione d'ottobre E-mail

Con la presa del Palazzo d'Inverno a san Pietroburgo inizia la rivoluzione bolscevica che porta Lenin a rovesciare il governo di Alexsandr Kerensky. L'assalto ha inizio nella notte tra il 24-25 ottobre del calendario Giuliano, usato in Russia fino al 1918, che corrisponde al nostro 6-7 novembre.

 
Migranti. Servono nuove politiche di accoglienza non missioni militari E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 

di Ileana Piazzoni - Una serie di tragedie inumane nelle acque del Mediterraneo, una dopo l'altra, a largo delle coste italiane, hanno risvegliato nel Paese, non solo l'esigenza di ridiscutere le politiche nazionali sull'immigrazione, ma anche il peggiore dei climi populisti e degli istinti xenofobi.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 18