Mercoledì 22 Novembre 2017
NATALE PER EMERGENCY E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

A Natale , e tutto l’anno, è possibile sostenere Emergency anche acquistando regali, oggetti e gadget attraverso il sito www.emergency.it o nei negozi che in questo periodo festivo Emergency apre in moltissime città italiane con il progetto Natale per Emergency. Milano, Roma, Bari, Bologna, Brescia, Ferrara, Firenze, Forlì, Genova, Grosseto, L’Aquila, Livorno, Padova, Reggio Emilia, Torino e Trento le città che a dicembre ospitano i Negozi di Natale di Emergency. Acquistando qui i regali saranno doppi: per chi li riceve e per i programmi umanitari di Emergency.

 

I Negozi di Natale sono veri e propri negozi, dove si potranno acquistare oggetti provenienti dai paesi in cui opera Emergency e prodotti offerti da imprese, aziende e negozi che desiderano contribuire all’attività umanitaria dell’associazione. Giocattoli e libri per bambini, prodotti di bellezza, bigiotteria, vini e prelibatezze alimentari del nostro territorio donati dalle aziende che quest’anno contribuiranno a sostenere il Programma Italia di Emergency, oltre ad un’ampia scelta dei gadget di Emergency. I volontari di Emergency saranno presenti anche in tante altre città con banchetti e iniziative. Per saper dove si può consultare il sito www.nataleperemergency.it

 

Emergency è un'associazione italiana indipendente e neutrale, nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Emergency promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani ed il suo impegno umanitario è possibile grazie al contributo di migliaia di volontari e di sostenitori. Dalla sua nascita a oggi, Emergency ha curato oltre 5 milioni e mezzo di persone in 16 Paesi.

 

Da qualche tempo è inoltre presente con i suoi ambulatori anche in Italia, dove, nonostante sia un diritto riconosciuto, il diritto alla cura è spesso un diritto disatteso: migranti, stranieri, poveri spesso non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, incapacità a muoversi all'interno di un sistema sanitario complesso. Da questa consapevolezza nascono gli interventi di Emergency nell'ambito del sistema penitenziario (conclusi nel 2007) e dell'area dell'immigrazione e del disagio sociale.