Mercoledì 18 Luglio 2018
L’INTERCULTURA TUTTI I GIORNI E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

Il mare come tramite, come spazio di viaggio e di scambio, il mare che dà la vita e, a volte, la morte, come per chi affronta traversate impossibili in cerca di una vita migliore. Ma il mare è anche e soprattutto la porta verso altri  Paesi, luogo che unisce, porta sapori e colori nuovi, storie e racconti lontani. E’ facile quindi capire perché il mare, quest’anno, è stato scelto come tema dell’Assaggenda (di Anna Colarossi e con le illustrazioni di Monica Auriemma) e del Calendario interculturale editi dalla Sinnos, una casa editrice da sempre orientata ad un’idea di cultura aperta, sensibile alle tematiche sociali e proiettata alla conoscenza dell’altro.

 Una conoscenza che passa facilmente attraverso la cucina, così nell’agenda troveremo tante ricette di mare, un modo per viaggiare attraverso i sapori e provare una maniera di mangiare sana, economica e non consumistica. E poi tanti brani letterari e riflessioni che fanno sognare isole lontane. Così come il calendario, che con “un filo d’olio, un pizzico di sale, un’onda di mare” ci accompagna ogni giorno in luoghi diversi, fra tradizioni e religioni le cui festività vengono tutte riportate, da quelle zen a quelle cattoliche, dalle cinesi alle ebraiche. Un modo per conoscere ma anche per far sentire a casa tutti coloro che hanno lasciato il proprio Paese ed hanno scelto, magari fra mille difficoltà, di vivere in Italia, arricchendo la nostra penisola di storie, tradizioni, punti di vista diversi. Insomma, per un popolo come il nostro di poeti, santi e marinai l’intercultura si può fare tutti i giorni, trasportati dalle onde del mare che ci circonda.


V.V.


2-12-2011