Venerdì 17 Agosto 2018
Creuza de Mao

A suscitare un primo interesse è soprattutto il titolo “Creuza de Mao”, così arriva in Italia in versione tradotta e riaggiornata il libro che ha fatto conoscere ai cinesi i grandi cantautori italiani, un best seller da 100mila copie firmato da Zhang Changxiao, in arte Sean White. Da circa sei anni è diventato il massimo esperto cinese di cantautori italiani e lavora per promuovere l'incontro culturale tra l'Italia e la Cina, ricevendo numerosi riconoscimenti.

 

Il libro, uscito in Cina nel 2015, è un sincero e appassionato omaggio alla musica italiana e ai suoi cantautori, raccontati dall'autore ai suoi connazionali. L'amore per la musica cantautorale è scattato in White dopo aver ascoltato un brano di De André: da quel momento ha scoperto il mondo del cantautorato italiano e se ne è appassionato, al punto da decidere di introdurlo anche nel suo Paese, la Cina, dove si è rivelato un successo.

 

"Se riesci a fare della tua passione il tuo lavoro sei l'uomo più felice del mondo. E se ti impegni davvero ci riesci, anche se può sembrare qualcosa di assurdo - afferma l'autore - Tipo un cinese che si innamora di De André".

In 'Creuza de Mao' White ha tradotto e spiegato alcuni brani dei cantautori più apprezzati del panorama musicale italiano, analizzandone lo stile musicale e i riferimenti stilistici.

Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Francesco Guccini, Ligabue e Jovanotti sono solo alcuni tra i grandi nomi che Sean racconta nel suo libro.

Un'attenzione particolare viene rivolta a Fabrizio De André, al quale l'autore si è ispirato per il titolo del libro: il cantautore genovese è il filo conduttore di questo progetto che lega l'Italia alla Cina: il suo brano 'Nella mia ora di libertà' è stato il primo a colpire l'attenzione di Sean, a fargli amare la musica cantautorale italiana e a spingerlo a diffonderla in Oriente.